Esame di Stato 2020 - I.P.S.I.A. Saronno

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Esame di Stato 2020

Percorsi Didattici



L'esame di Stato2019/2020 prenderà il via ufficialmente con la prima prova di italiano il mercoledì 17 giugno 2020 uguale per tutte le scuole con il seguente calendario:



- prima prova di italiano mercoledì 17 giugno 2020 ore 8.30

- seconda prova giovedì 18 giugno 2020 ore 8.30

- le date degli orali 2020 non vengono stabilite dal Miur ma sono fissate da ciascuna scuola in piena autonomia. 

La scuola è tenuta a esporre i voti degli scritti due giorni prima dell'inizio degli orali.

    

 DOCUMENTO DEL 15 MAGGIO:   5AA  5BA  5CA   5AC  5AS  5BS 

    REQUISITI DI ACCESSO AGLI ESAMI DI STATO
Quest’anno  saranno requisito di accesso agli esmi di stato, la partecipazione alle prove Invalsi, che si svolgeranno  dal 2 al 31 marzo 2020 e lo svolgimento delle ore di Alternanza Scuola-Lavoro secondo il monte ore previsto dall'indirizzo.
Per poter essere ammessi alle prove bisognerà aver frequentato almeno i tre quarti del monte ore previsto , aver raggiunto il 6 in ciascuna disciplina, aver raggiunto la sufficienza nel comportamento. 
Il Consiglio di classe potrà deliberare l’ammissione anche con una insufficienza in una disciplina o gruppo di discipline valutate con un unico voto, ma dovrà motivare la propria scelta.
I privatisti dovranno sostenere e superare un esame di ammissione.

 LE PROVE INVALSI 
 (si svolgeranno tra il 2 marzo 2020 e il 31 marzo 2020, mentre per le classi campione tra il 9 marzo 2020 e il 12 marzo 2020)

 PROVE SCRITTE D'ESAME

 PROVA ORALE
Il MIUR ha pubblicato le materie della maturità 2020 il 30 gennaio e, all'interno dello stesso DM, ha inserito importanti dettagli che riguardano le modalità di svolgimento del colloquio orale. 
Come già anticipato all'inizio dell'anno scolastico, al colloquio d'esame non ci saranno più le buste, ma i materiali verranno preparati e assegnati a ciascun candidato direttamente dalla commissione.
Come anticipato anche dall'ex Ministro dell'Istruzione e confermato dalla neo Ministra Azzolina in tempi non sospetti, quest'anno non ci saranno più le buste ma sarà la commissione ad assegnare ad ogni candidato uno spunto da cui partire. 











 
Torna ai contenuti | Torna al menu